BDSM

Da Wikisessualità.
Simboli della comunità BDSM. Sulla sinistra, il triskelion[wp], sulla destra, la Ring of O[wp].

BDSM è la combinazione di tre acronimi:[1]

  • Bondage e Disciplina (B&D)
  • Dominazione e sottomissione (D&S)[2]
  • Sadismo e Masochismo (S&M)

Consiste nel dare o ricevere piacere sessuale attraverso le pratiche sopra descritte (che possono essere eccezionalmente variegate ed oltre lo scopo di questo articolo[3], se non la breve lista a fondo articolo), eseguite volontariamente e con limiti predeterminati, regole di sicurezza e condivise da tutti i partecipanti. Chi pratica il BDSM è spesso chiamato anche "kinky". "Fetish" si riferisce più genericamente all'uso/interesse in cose e abbigliamenti, o parti del corpo non generalmente considerate sessuali.

Caratteristiche[modifica]

Safe, Sane, Consensual[modifica]

Nella comunità BDSM, "Safe, Sane, Consensual[wp]" sono tre principi di base:

  • Sicuro: occorre assicurarsi di identificare e prevenire rischi di salute.
  • Sane: le attività andrebbero messe in atto quando si è lucidi e non mezzi ubriachi.
  • Consensuale: tutte le attività devono coinvolgere un pieno consenso. Notare che in alcune giurisdizioni, in caso di ferite il consenso legato all'attività BDSM non basta per difendersi.

Edgeplay[modifica]

L'edgeplay riguarda attività che non rientrano nella definizione sopra. Se si è comunque consci dei rischi, può essere chiamato "Risk-aware consensual kink[wp]".

Safeword[modifica]

Ci si può accordare in anticipo su una "safeword" da pronunciare quando non ci si sente di andare avanti per un qualunque motivo, visto che cose come "OH mio dio che dolore smettil…aaaahahharg!" possono essere intese come parte del gioco.

Statistiche[modifica]

Da completare: Tradurre.A 2009 study on two separate samples of male undergraduate students in Canada found that 62 to 65%, depending on the sample, had entertained sadistic fantasies, and 22 to 39% engaged in sadistic behaviors during sex. The figures were 62 and 52% for bondage fantasies, and 14 to 23% for bondage behaviors.[4] A 2014 study involving a mixed sample of Canadian college students and online volunteers, both male and female, reported that 19% of male samples and 10% of female samples rated the sadistic scenarios described in a questionnaire as being at least "slightly arousing" on a scale that ranged from "very repulsive" to "very arousing";[5] the difference was statistically significant.[5] The corresponding figures for the masochistic scenarios were 15% for male students and 17% for female students, a non-significant difference.[5] In a 2011 study on 367 middle-aged and elderly men recruited from the broader community in Berlin, 21.8% of the men self-reported sadistic fantasies and 15.5% sadistic behaviors;[6] 24.8% self-reported any such fantasy and/or behavior.[6] The corresponding figures for self-reported masochism were 15.8% for fantasy, 12.3% for behavior, and 18.5% for fantasy and/or behavior.[6] In a 2008 study on gay men in Puerto Rico, 14.8% of the over 425 community volunteers reported any sadistic fantasy, desire or behavior in their lifetime; the corresponding figure for masochism was 15.7%.[7]

Comportamenti BDSM tra gli studenti di medicina nordamericani[8] Uomini etero Uomini gay Uomini bisessuali Donne etero Donne gay Donne bisessuali
È stat* legat* per piacere 12% 20% 13% 19% 38% 55%
Ha legato qualcun* per piacere 17.5% 17% 13% 13% 36% 51%
Ha ricevuto dolore per piacere 4% 6.5% 18% 8% 10% 36%
Ha inflitto dolore per piacere 5% 6% 9% 4% 6.5% 26%

Classificazione psichiatrica[modifica]

Il BDSM è stato etichettato come disturbo psichiatrico sotto il nome di "devianza sessuale" sia nel DSM-I che nel DSM-II. Negli anni '70, l'omosessualità è stata rimossa come disturbo dal manuale, e la "devianza sessuale" rinominata in "parafilia". Con il rilascio del DSM-IV, lee parafilie sono passate attraverso una significativa ridefinizione. A quella revisione, le parafilie venivano considerate disturbi solo se causavano inquietudini nella persona o infrangevano i diritti di altri (es., voyeurismo). Questa definizione continua nel DSM-IV-TR. Comunque, le definizioni delle parafilie e attività correlate al BDSM sono spesso nebbiose e poco definite. Questo spesso consente ai terapisti ancora convinti che sia un disturbo mentale di impastare la definizione. In aggiunta, molti professionisti di salute mentale sono spesso non consci o non informati su come gestire eventuali problemi dei pazienti legate al BDSM.[9][10] I cambiamenti proposti nel gruppo di lavoro del DSM-V sulle parafilie depatologizzerebbero sicuramente il BDSM.[11]

L'ICD-10 (usato es. in Europa) continua a classificare il BDSM come "disturbo delle preferenze sessuali" nell'ultima (2007) versione[12], assieme al feticismo e al crossdressing; l'attuale bozza (luglio 2011) per l'ICD-11 mantiene questea classificazioneretains .[13] Vari gruppi, es. il progetto ReviseF65,[14] hanno cercato di cambiare questo, ed hanno ottenuto successo nelle nazioni scandinave.[15]

Ciarlataneria freudiana[modifica]

Il BDSM è storicamente stato un tabù, ma la definizione di disturbo mentale è originata con l'idea di Sigmund Freud[rw] secondo cui sarebbe il risultato di abusi durante l'infanzia, similmente all'idea che legava la schizofrenia all'omosessualità latente. Questa idea è risultata falsa, ma nell'immaginario di molte persone continua ad essere presente. Una ricerca eseguita in Australia con un gruppo di controllo non ha trovato connessioni statisticamente significative tra BDSM e abuso infantile. Un certo numero di altri studi senza gruppi di controllo e con campioni più ridotti sono stati fatti, e mentre mostravano un'incidenza più alta rispetto alla popolazione generale, la maggior parte delle persone nel sondaggio non ha riportato casi di abusi.[16][17]

Interpretazioni religiose e fondamentaliste[modifica]

Contro la pratica[modifica]

I cristiani fondamentalisti e socialmente conservativi non approvano il BDSM perché è una pratica sessuale che non porta direttamente al fare figli (anche se può, il sesso penetrativo non è un requisito di tutte le attività BDSM). In aggiunta, le attività di intercorso, quando avvengono, avvengono spesso in posizioni diverse dalla "missionaria". Nonostante questo, alcuni televangelisti[rw] come Pat Robertson[rw] tendono a usare molta terminologia in stile BDSM quando fanno le loro lotte spirituali[rw], con molte "legature" di demoni e "prese d'autorità" su Satana, cose quindi molto kinky.

Persone con opinioni anti-BDSM possono anche concentrarsi sullo stereotipo che questo sia praticato principalmente da uomini gay muscolosi, sexy, fighi, sudati, con abbigliamento in pelle, nella calda estate di San Francisco[rw].[18] Infatti, gli attivisti pro-BDSM vengono spesso considerati co-cospiratori[rw] dell'agenda gay.[19]

Per la pratica[modifica]

Perché Dio non è un Dio di confusione, ma di pace; e cosí si fà in tutte le chiese dei santi. Tacciano le vostre donne nelle chiese, perché non è loro permesso di parlare, ma devono essere sottomesse, come dice anche la legge. E se vogliono imparare qualche cosa interroghino i propri mariti a casa, perché è vergognoso per le donne parlare in chiesa.

1 Corinzi 14:33-35[20]

Altri gruppi cristiani interpretano alcuni passaggi della bibbia come un modo per segnalare che le relazioni D/s sono infatti supportate dalla cristianità, alcuni fino all'arrivare a dire che sia l'unico modo per avere una buona relazione cristiana.[21] L'uomo è il capofamiglia e la moglie in sottomissione a lui (entrambi con la sottomissione a Dio). Alcuni riti di matrimonio, ad esempio, includono tradizionalmente le frasi "amare, onorare ed obbedire" per la donna, e "amare, onorare e prendersi cura" per l'uomo, anche se questi riti stanno diventando meno comuni. Quasi invariabilmente, il supporto per questo tipo di relazioni nella religione implica che l'uomo sia dominante e la donna sottomissiva, senza concepire l'idea che lo scenario a letto possa mai rovesciarsi.[22]

Scherzi a parte, esiste uno sforzo organizzato nell'Universalismo Unitariano[rw] per promuovere una migliore comprensione ed accettazione del BDSM[23]. Questo ha senso, visto che gli unitariani universalisti hanno aperto la via all'accettazione religiosa dell'omosessualità.

Scisma femminista[modifica]

Vedere anche Donnismo.

Alcune femminist*, soprattutto della varietà radicale, si oppongono al BDSM. Molte di queste disegnano paralleli con la sopra menzionata ciarlataneria freudiano per promuovere l'idea dell'abuso. Dipingono anche il BDSM come uno strumento del patriarcato. Queste argomentazioni solitamente ruotano attorno all'idea che il BDSM è un "mettere in scena" la cultura patriarcale nel regno del sesso, o che si tratta di un modo di abusare le donne. Le femminist* sex-positive rigettano questa idea, e supportano il BDSM. L'argomentazione generale è che troppo dell'opposizione femminista al BDSM è radicato nella pseudoscienza ed ignorano gli esempi di coppie eterosessuali in relazioni BDSM in cui le donne sono dominanti e gli uomini sottomissivi, e tutte le relazioni dello stesso sesso che praticano il BDSM.[24][25]

Varietà[modifica]

Questa sezione può offendere le persone più per bene.
  • Catfight[wp]: due donne che si picchiano/graffiano/tirano i capelli/strappano i vestiti.
  • Muscle worship[wp]: toccare in maniera sessuale/massaggiare/baciare i muscoli di un* dominator* palestrat*/bodybuilder.
  • Leather subculture[wp]: vestirsi con cose di pelle, stile motociclista, come quel tizio dei Village People.
  • Latex clothing[wp]: vestirsi in lattice.
  • Breast bondage[wp]: legare corde attorno al seno.
  • Mettere/farsi mettere un collare[wp] come un* cagnolin* o come un* prigionier*.
  • Crotch rope[wp]: farsi legare corde attorno, farsi imbavagliare[wp].
  • Mummificazione: farsi avvolgere completamente con una pellicola o materiale simile.
  • Femminizzazione[wp]: vestire e truccare il proprio compagno in maniera più o meno stereotipicamente femminile.
  • Boot worship[wp]: toccare/leccare/baciare gli stivali dell* dominante.
  • Facesitting[wp]: sedersi sulla faccia di qualcuno.
  • Dominazione[wp]/sottomissione[wp] femminile, dominazione[wp]/sottomissione[wp] maschile.
  • Fantasie sull'essere stuprat*[wp], indipendentemente dal genere. Da non confondere con l'omonima scusa per lo stupro.
  • Mordere/farsi mordere[wp]
  • Attaccare mollette ai capezzoli[wp].
  • Attaccare mollette ai genitali[wp].
  • Frustare.
  • Asfissia erotica[wp].
  • Elettrostimolazione erotica[wp].
  • Spanking[wp], tirare/farsi tirare forti pacche sul sedere.
  • Knife play[wp], gioco coi coltelli.
  • Temperature play[wp], es. cera calda eccetera.
  • Fisting: inserimento di mano/avanbraccio nell'ano o vagina.
  • Sexual roleplay[wp]: vestirsi e comportarsi da es. medico/paziente, insegnante/student*[wp], idraulico/casalinga, fotograf*/modell*, o come animali non umani, di un altro genere (indipendentemente dalla disforia di genere), oggetti inanimati/mobilia, prigionier*/carceriere ecc.
  • Scatting[wp]: cose con le feci.
  • Pissing[wp]: fare/farsi spruzzare addosso urina.
  • Omorashi[wp]: principalmente praticato in Giappone, consiste nell'avere (o fare avere) la vescica piena, quasi al punto di non farcela più a trattenerla.
  • Enema play[wp]: riempire/farsi riempire l'ano di acqua o cose del genere.
  • Pegging, penetrazione di un uomo da parte di una donna che indossa uno strap-on.
  • Dominazione finanziaria: un tizio pieno di soldi/banchiere dà accesso libero alle proprie risorse economiche a una dominatrice perché ne faccia quello che vuole.

Risorse esterne[modifica]

Voci correlate[modifica]

Note[modifica]

  1. Wikipedia: Glossery of BDSM
  2. In questo utilizzo, la parola "sottomissione" non viene maiuscolizzata, come per notare l'idea stessa di sottomissione. Similmente, le figure Dominanti usano invece Pronomi Maiuscoli.
  3. Vedere il wiki della London Fetish Scene e i suoi 1300 articoli.
  4. {{#invoke:citation/CS1|citation |CitationClass=citation }}
  5. 5,0 5,1 5,2 {{#invoke:citation/CS1|citation |CitationClass=citation }}
  6. 6,0 6,1 6,2 {{#invoke:citation/CS1|citation |CitationClass=citation }}
  7. {{#invoke:citation/CS1|citation |CitationClass=report }}
  8. "The Impact of Sexual Orientation on Sexuality and Sexual Practices in North American Medical Students". Journal of Sexual Medicine. 2010. doi:10.1111/j.1743-6109.2010.01794. 
  9. Psychology and BDSM, IPG Counseling
  10. Nichols, M. Psychotherapeutic issues with "kinky" clients: clinical problems, yours and theirs. J Homosex. 2006;50(2-3):281-300.
  11. DSM-V revision project
  12. F65.5 WHO.int ICD-10 browser
  13. WHO.int ICD11 Alpha browser
  14. http://www.revisef65.org/
  15. Finland Joins Nordic Sexual Reform
  16. Childhood abuse as etiology
  17. Bondage Lovers Normal, Maybe Even Happier
  18. Vedere Folsom Street Fair
  19. Sex-freedom group battles 'right wing': Joins forces with homosexuals to defend sadomasochism, WorldNutDaily
  20. [1].
  21. http://christiandomesticdiscipline.com
  22. http://www.sexinchrist.com/submission.html
  23. http://leatherandgrace.wordpress.com Leather & Grace ~ Unitarian Universalists for BDSM Awareness
  24. Playing with Paradox: The Ethics of Erotic Dominance and Submission, Liz Highleyman
  25. Women Who Like to Be Dominated in Bed: Talking to BDSM Submissives, AlterNet
I contenuti di questo articolo sono tratti, del tutto o in parte, da RationalWiki.