Femmefobia

Da Wikisessualità.

La femmefobia è il disprezzo/paura/odio verso le persone percepite come femme, femminili, effeminate o twink, indipendentemente dal loro genere.

Rinforza ed è rinforzata dalla misoginia e dalla transmisoginia.

Tipi[modifica]

Infanzia[modifica]

Un modo in cui la femmefobia si manifesta è attraverso il bullismo verso persone, soprattutto ragazzi/bambini che apprezzano o hanno comportamenti classificati come "femminili" nel binario di genere, es. il colore rosa/fucsia, mostrare emozioni/piangere, makeup e altre cose Da Femmine™.[1][2]

Comunità LGBT[modifica]

La femmefobia è anche diffusa all'interno della comunità LGBT, solitamente come forma di politica della rispettabilità, in cui uomini effeminati/twink/frocetti vengono ritenuti responsabili per la "cattiva" immagine dei movimenti dei diritti gay.[3] Questo è un modo molto problematico di capire eventuali fallimenti o aree di miglioramento visto che le vere forze che danneggiano l'attivismo queer sono l'eteronormatività, la cisnormatività, l'omofobia, la femmefobia stessa. La community gay maschile utilizza a volte tattiche di shaming per consciamente rigettare e sopprimere la femminilità". Esempi estremi includono gli annunci di dating con frasi come "Niente frocetti, reginette o femminuccie wappine."[4]

In ambienti lesbichi, simili politiche della rispettabilità avvengono rispetto a lesbiche lipstick (femme):

Non voglio essere vista come meno radicale o rappresentativa della mia community rispetto alle mie amiche butch solo perché indosso una gonna. E mi scoccia essere considerata il "giusto" tipo di lesbica, perché ovviamente non c'è un modo giusto o sbagliato di essere una donna che ama le donne. Penso che questo tipo di modo di pensare da parte della società eteronormativa fa nascere una mancanza di rispetto per le donne femme all'interno della community LGBT. Femme viene visto come assecondarsi.[5]

Il che culmina con l'invisibilità femme:

L'invisibilità femme è stata un problema a per molto tempo nella comunità LGBT. È un problemaFemme invisibility has been a longtime struggle for the LGBT community. It’s a problem experienced by feminine lesbians; by bisexual and trans women (both are assumed to be straight by default); and by queer and questioning women whose early romantic relationships with other women are almost always seen as a “phase" or “for attention.” The confusion of gender expression with sexual orientation is just as rampant within the LGBT community as outside of it—in fact, it may be even worse.[6]

Da completare: continuare


This culminates in femme invisibility within lesbian spaces: Femme invisibility has been a longtime struggle for the LGBT community. It’s a problem experienced by feminine lesbians; by bisexual and trans women (both are assumed to be straight by default); and by queer and questioning women whose early romantic relationships with other women are almost always seen as a “phase" or “for attention.” The confusion of gender expression with sexual orientation is just as rampant within the LGBT community as outside of it—in fact, it may be even worse.[9]

Da completare: Stub

Voci correlate[modifica]

Note[modifica]