Attivismo per i diritti degli uomini

Da Wikisessualità.
(Reindirizzamento da MRA)

Questa è la versione approvata di questa pagina, oltre ad essere la più recente.
Jump to navigation Jump to search
La lista di lamentele degli MRA è lunga. Include l'elevato tasso di suicidi per gli uomini, le discriminazioni nell'istruzione contro i ragazzi, le condizioni economiche e lavorative degli uomini, la violenza contro gli uomini, le false accuse di stupro, i diritti dei padri alla custodia nei divorzi, i tassi di carcerazione maschili e le condizioni delle carceri, e gli orrori della guerra. Molti di questi problemi meritano una risposta pensata e richiedono un movimento organizzato per gestirli. Peccato che questo non sia quello che gli attivisti per i diritti degli uomini stiano offrendo.
—Jaclyn Friedman[1]

Il movimento per i diritti degli uomini, conosciuto anche come attivismo per i diritti degli uomini (MRA, men's rights activism), mascolismo o "The Men's Human Rights Movement,"[2] è un movimento che ritiene che la discriminazione sociale, legale ed economica contro i maschi sia presente nella società al punto che combatterla richieda uno sforzo organizzato nel rispecchiare in chiave maschile il femminismo. I membri sono principalmente maschi, ma anche alcune femmine che si identificano nel movimento sono presenti e a volte conosciute come "fMRA" o "feMRA."

Con l'arrivo di internet, una nuova generazione di proponenti per i diritti degli uomini ha trovato un nuovo luogo per una visione altamente anti-femminile dei "diritti degli uomini", non più focalizzata sulle ineguaglianze generalmente riconosciute (come gli esiti dei divorzi), ma con l'idea generica che ho uomini se la vedono dura "per via" delle donne.

Come la maggior parte dei movimenti sociali, non c'è uno specifico set di obiettivi condivisi o un'organizzazione formale. Il movimento nel suo complesso è un ramo dei movimenti di liberazione degli uomini degli anni '70, e come tale, usa tattiche imparare dal movimento femminista nel tentativo di ottenere eguaglianza in alcune aree. Il movimento è diviso in due gruppi: uno che largamente supporta il femminismo, e uno fortemente antifemminista. Entrambi i movimenti, ma soprattutto il secondo — che è animatamente misogino — sono generalmente visti come un backlash[rw] al femminismo. Quando confrontati con concetti come quelli di società patriarcale e simili, tendono ad indossare il cappello di carta stagnola[rw] e assumere che sia un sinistro piano delle donne[3][4] and the New World Order and/or communists.[5][6][7] Women more likely to get kids/maintenance in a divorce? It's because women have mindjacked hundreds of thousands of judges and lawyers with vaginal magic,[8] not because women are viewed as "maternal" and socially expected to be caregivers. There's quite a bit of overlap with Redpillers and Gators, as well; in fact, it's best to think of these as splinter groups of the same, MRA tenets.

Critics of both camps of the movement liken it to reverse racism and argue that men who subscribe to the ideology are merely trying to hold on to privilege granted them by a long history of patriarchal culture. The term "movement" is itself challenged, since "men's movements" function more as a social salve,[9] rather than actually redressing inequality in the overall social structure. There remain relatively few barriers to men's achievement in the world compared to women's, and few real areas where one can demonstrate a "lack of equality."[10] Where such inequalities (apparent or real) do actually exist, it is important to critique if they're a result of feminism or if they derive from cultural attitudes which long predate it. Indeed, it'll be difficult to find feminists who push ingrained prejudices such as "men are strong enough to look out for themselves and don't need support."

Men's rights activists have been criticized for privilege blindness and their tendency towards "mansplaining." Frequently, MRA arguments rely on gross generalizations (often extrapolated from anecdotal evidence) and outdated views (e.g. "Men do all the hard work and have to work outside of the home, while women get the easy jobs"). Men's rights activists also have a reputation for palpable anger, based on their personal experiences of relationships, divorce, or the law. This stereotype is common to almost all fringe groups, however, as can be seen from the "angry feminist who wants to destroy men" stereotype (which has even greater currency in pop culture).

Preoccupazioni degli MRA[modifica]

Se lo disegni, allora deve essere vero.

Alcuni punti comuni di discussione del movimento includono:

  • Violenza domestica: Il sistema legale è a volte sbilanciato rispetto alla violenza domestica. Quando una chiamata di aiuto viene fatta riguardo a un caso di violenza domestica, si assume generalmente che i perpetratori siano gli uomini e le donne le vittime. Alcuni stati (come il Colorado negli USA) hanno leggi di "rimozione per sicurezza", che richiedono che se una coppia è coinvolta, il partecipante maschio deve essere allontanato dalla casa (o dalla scena) indipendentemente dalle circostanze. Posizioni MRA più estreme arrivano al punto di affermare che le donne siano la causa delle violenze, e spesso i perpetratori della violenza nelle case, e che gli uomini devono reagire violentemente, per auto-difesa. La validità di queste affermazioni è discussa in dettaglio più avanti.
  • Diritti riproduttivi: Riassunto in "se tu hai il diritto di abortire con o senza il mio consenso, io ho il diritto di non pagare per il supporto del bambino".
  • Istruzione dei ragazzi: Un'altra affermazione, molto più comune nelle aree antifemministe, è che il moderno sistema educativo stia "femminuccizzando" i nostri ragazzi. Le nostre scuole scoraggiano i ragazzi dal combattere (oh no!). Per cui dovremmo continuare con il metodo "naturale" e "macho" di risolvere i problemi facendo i bruti uomini forti. Inoltre, tali MRA antifemministi affermano che le scuole scoraggiano la competizione, e "iper-proteggono" i bambini da cose "naturali", normali, e "da uomo". Ad esempio, l'emergenza di studi riguardanti i pericoli del football americano, soprattutto per i bambini più piccoli, è apparsa come la "dimostrazione" per gli MRA che la "società femminista" "vuole che i ragazzi siano ragazzine". Poiché tutti i giovani ragazzi hanno bisogno di giocare a football per realizzare la loro mascolinità, restringere il football nelle ore scolastiche demascolizzerà i nostri giovani forti ragazzi, lasciando loro fare cose da ragazze, come ad esempio qualunque altro sport che i ragazzi potrebbero mai desiderare di fare.
  • False accusations of rape: Da completare: Tradurre.MRAs incessantly complain about false accusations, demanding that people be punished and/or prosecuted for lying about rape and criticizing any bias, real or perceived, against an accused person. This is certainly reasonable in cases where the accuser admits to or has been irrefutably proven to have been knowingly and deliberately making false allegations, and they occasionally have a valid point; in recent memory there were some truly bizarre criticisms of Conor Oberst[wp] for having the audacity to file a defamation lawsuit in response to a completely bogus allegation (since he is known for being very pro-feminist he was apparently supposed to do nothing and allow his reputation to be destroyed "for the greater good of helping survivors" or some such, and shortly after the woman apologized he decided to drop it anyways), and in the wake of the collapse of A Rape on Campus[wp] a number of people blithely ignored the fact that protesters went unpunished after throwing cinder blocks through the windows of the fraternity house and ultimately forcing its members to live in hotels for several weeks, to name two.[11][12][13] However, these scenarios are far less frequent than many of them would care to admit. The majority of the time, when MRAs claim an accuser lied they cannot point to much (or any) evidence. Even in those relatively rare instances when they have a legitimate complaint, instead of constructive discourse their response generally consists of hysterical ranting; ironically, on one such occasion, they also pitted false accusations themselves with Occidental College's rape form.[14]
  • Treatment in rape cases: The more "universally" accepted claim by MRA is that men are raped, by other men but also by women. In 2012 the National Crime Victimization Survey found that 38% of incidents of rape and sexual violence were against men.[15] And frankly, being hard does not make you "willing." Both the law and society have yet to really come to terms with this. The more batshit view held by MRAs include ideas that women usually lie about rape (see where this is going?). Although the actual number of false accusations is notoriously difficult to pin down, every study done by the FBI suggests that false reporting in rape cases is no higher, or perhaps only very marginally higher, than in any other type of criminal case.
  • Valori tradizionali e "ruoli delle donne": Alcuni MRA sfacciatamente sessisti spingono l'idea che ci siano differenze intrinseche in uomini e donne che suggeriscono che le donne non debbano competere con gli uomini in vari lavori. In particolare, questi gruppi affermano che mondi machi come l'edilizia, il militare, i vigili del fuoco, e la polizia non siano un posto per le donne perché sarebbe inappropriato.
  • Lavori pericolosi: Alcuni MRA affermano che ci sia un'accettazione della società riguardante gli alti tassi di morte sul lavoro per gli uomini in posizioni più pericolosetend to pursue, and that this is sexism because, in some instances, when women die or are hurt on the job, there tends to be more of an uproar. Right.
  • Health care: One of the odder MRA claims is that the health system is geared for women, and against men. A glance at the money spent on men's issues would expose this claim as ludicrous. There is, however, a socially-created reality that men do not go to the doctor as often or as "soon" as women do, and this often leads to finding problems late into the medical situation, so instead of an easy prevention (say, for example, the onset of diabetes, depression, or knee problems which all can be mitigated) the patients require more serious treatment. MRAs haven't explained how feminism has caused this.
    • On a related note, many MRAs point to the much higher worldwide suicide rate among men than among women as an example of inequality (though like the above, this is rarely directly attributed to feminism itself).
  • Restraining orders: some MRAs argue that laws allowing restraining orders are the result of feminism being better-funded than men's rights activism.[16]

Family court[modifica]

During the 70s-90s, it was without doubt that women were given an edge in family courts. Many if not most courts saw the mother as the more important parent, and the courts were therefore more inclined to give custody of children to the mother, all else being equal. This attitude can be found in some courts today, but it is less common and easier to challenge.[17]

Divorce became more socially acceptable starting in the 1950s. At this time, women were often considered homemakers - unskilled or unable to support themselves. As a result, during the 50s-80s courts gave large settlements of spousal support (alimony) to women. As women began joining the workforce and income disparity between genders narrowed, the practice has declined.[18]. Major reforms in the US, Canada and the UK reflect the reality of co-parenting, two parents working, and women supporting the husband. In fact, a few states in the US do not hear arguments for long-term spousal support except where there are extenuating circumstances.[19]. Further, at least in the UK, study has shown that of those who actually apply for custody of their children, an equal proportion of men and women receive custody with no statistically discernible gender bias in rulings[20]. Ironically, it was the accomplishments of feminism in the 20th century that were largely responsible for mitigating this imbalance.

The modern Western presumption that custody should be awarded to the mother was codified in the Tender Years Doctrine[wp], adopted in English law in 1839 and expanded in 1873, encouraging similar legislation throughout the European sphere of influence. Prior to the first Act, 'ownership' of children of any age (along with ownership of everything else) was given to the father in cases of divorce, up to and including shutting the mother out of their lives completely, with no recourse. So, in fact, bias in favour of maternal custody is a relatively recent phenomenon; a partial correction or mitigation of women's disadvantaged state at the time it was introduced. Some MRAs will claim that this bias has existed for a lot longer than it has in order to try to frame custody as one part of some vast systematic oppression of men. A crushing ignorance of history and/or culture is merely par for the course for antifeminist MRAs.

Affermazioni varie[modifica]

Ci sono aspetti specifici di cui gli MRA discutono, alcuni sono legittimi problemi in cui gli uomini sono effettivamente discriminati. Tutte queste argomentazioni incluse qui sono direttamente prese dai gruppi di "diritti degli uomini".

La cosa interessante è che il femminismo gestisce tutti queste preoccupazioni, mentre l'attivismo per i diritti degli uomi non gestisce alcuno delle preoccupazioni femministe.

Argomentazione MRA Risposta

Circoncisione[modifica]

La circoncisione è una violazione dei diritti dei bambini. Nei media contemporanei, non vi si dà la stessa copertura rispetto alla mutilazione genitale femminile.[21]

"Il dolore delle donne conta di più di quello degli uomini."[22]

Anche se tagliare il prepuzio non è remotamente comparabile con il tagliare il clitoride (e a volte anche le labbra) in termini di danni compiuti—almeno quando viene fatto nel modo giusto—l'attenzione portata alla mutilazione genitale femminile ha incrementato la pressione sui paesi che praticano la MGM, ironicamente per gli MRA, sono state le nazioni più feminist-friendly a fare effettivamente qualcosa per arginare il problema.[23]


Differenze di reddito[modifica]

La differenza di reddito esiste solo perché gli uomini lavorano molto di più, e in lavori più stressanti, che loro odiano con lunghi tragitti al lavoro, meno flessibilità, più rischio fisico, ecc., solo per portare a casa la pagnotta e sfamare le loro famiglie, e solo per morire più giovani ed essere incolpati per "guadagnare di più"[24] Uno studio del Congressional Budget Office nel 2002 ha comparato le donne e gli uomini tra 27 e 33 anni che non avevano figli, e ha trovato che la differenza di paga era solo del 2%.[25]

Le imprese hanno supportato l'ingresso delle donne nella forza lavoro per espandere l'offerta di lavoro e abbassare le paghe[rw].[26]

Totale immondizia.[27] Non si può affermare che il gap sia diminuito a un punto tale da renderlo irrilevante, in alcun'area del pianeta.[28][29] Anche se è a volte sovradimensionato quando si discute di paesi occidentali[30], nei paesi in via di sviluppo la differenza può anche essere di 10 cent contro un dollaro.[31]

La differenza non è correlata con l'età dei lavoratori in questione.[32] Uno studio sugli avvocati negli Stati Uniti a trovato che le donne senza figli guadagnavano comunque significativamente meno dei colleghi maschili negli stessi studi.[33] Dovremmo aspettarci che stiano tutte sdraiate sul divano ad avere figli? (E anche in maniera più assurda, si crede che le femministe vogliano che gli uomini abbiano lavori a più alto stress delle femmine?)


Leva militare[modifica]

La maggior parte dei paesi richiedono che solo gli uomini partecipino alla leva obbligatoria. Questo significa che la vita è più pericolosa per loro in questi paesi, semplicemente per essere nati maschi e dovere possibilmente andare in guerra.[34] Questa argomentazione sa di red herring[rw], visto che quasi ogni nazione nel mondo sviluppato ha eliminato la leva obbligatoria, e quelle che non l'hanno fatto hanno spesso politiche gender-neutral. La Svezia, ad esempio, vi si stava opponendo ancora nel 2002 per l'esatto motivo che mina l'uguaglianza di genere; ed è stata finalmente rimossa nel 2010.[35] Le nazioni che obbligano le donne alla leva (es. Israele) sono una minoranza; ma comunque molti di quelli che si lamentano sulla leva per i maschi simultaneamente dipingono le donne in luce duramente negativa (su pensi al "ma tornatene in cucina"). L'apartheid in Sud Africa obbligava solo i maschi bianchi, mentre i maschi neri potevano entrare solo come ultima scelta, eppure nessuno userebbe questa argomentazione per concludere che l'Apartheid opprimeva i bianchi più dei neri.[36] Similmente, fino al 2011, le persone apertamente gay erano bloccate dal servire nell'esercito USA[rw] (e le persone apertamente transgender lo sono ancora nella maggior parte degli eserciti del mondo, anche se il Pentagono intende cambiare questa politica entro il 2016)[37][38]. E come con l'apartheid, nessuno afferma che questo significhi che persone eterosessuali e cisgender siano o erano più opppresse delle persone LGBTQ+.

Alcuni MRA mostrano esempi storici di come gli uomini siano stati arruolati obbligatoriamente (come durante le due guerre mondiali) come prova del fatto che gli uomini erano più discriminati nel corso della storia, con tutte le nazioni che davano un esenzione alle donne dalla leva. Comunque, occorre notare che anche gli uomini disabili erano esenti; significa che le persone non-disabili erano più discriminate dei disabili? No, è semplicemente perché sia donne che disabili erano visti (giustamente o erroneamente) più un peso che una risorsa.

In rari casi, come in Corea del Nord o Corea del Sud, gli uomini sono arruolati in servizi militari relativamente più rischiosi per meno della paga di mercato e in comparativamente cattive condizioni di vita. Questa può essere una legittima lamentela per uomini in questi paesi, ma nessuno è rappresentativi di paesi occidentali industrializzati in cui molti MRA vivono, né è qualcuno di questi paesi visto come visione del mondo ideale a cui le femministe aspirano.


Violenza domestica[modifica]

La legge Violence Against Women Act e le leggi sull'aggressore primario (leggi in alcuni stati richiedono che l'uomo sia arrestato in qualunque caso di disputa domestica, indipendentemente da chi l'aggressore sia) sono fattori che creano ambienti in cui la violenza domestica perpetrata contro gli uomini da parte di donne non viene presa seriamente.[39] Il problema con le vittime maschili di abuso domestico arrestate invece delle loro partner femmine è reale. Una spiegazione è che abbiamo creato una società in cui i tratti valorizzati negli uomini sono stereotipicamente maschili, come la forza, la resistenza al dolore e la freddezza di emozioni, la capacità di difendersi da soli da una donna più debole, per cui la società naturalmente tende a proteggere le "deboli" donne dal "macho" abusante.

Gli uomini abusati sono a volte riluttanti nel riportare la loro vittimizzazione per via dello stigma dell'essere imbarazzati ed etichettati come "non veri uomini"[40] (del resto, la violenza domestica in generale tende ad essere fortemente sottoriportata). È stato suggerito che man mano una società diventa più egualitaria, più attenzione viene messa sulle vittime maschili di abuso.[41] Questa è una delle poche aree dove alcuni elementi individuali del movimento femminista sono particolarmente responsabili; quando le leggi sull'arresto obbligatorio sono nate, esisteva un piccolo ma piuttosto vocale gruppo di donne che si lamentavano sul fatto che la polizia stava arrestando una percentuale di donne più alta di prima (la media nazionale prima di queste leggi era 5%, e le lamentele sono iniziate quando la percentuale in Florida salì all'11% dopo l'implementazione delle leggi sull'arresto obbligatorio), e ci sono state occasionali proteste contro la presa in atto delle vittime maschili di violenza domestica. Quello di cui i MRA non tengono conto è il fatto che queste attitudini, sicuramente problematiche, sono legate solo a questi particolari individui e non rappresentative del femminismo in generale. Molte altre femministe hanno fatto notare che il movimento cerca di uguagliare uomini e donne sotto tutti i punti di vista, il che includerebbe sicuramente un uguale trattamento per abusanti e vittime di abusi domestici sia maschi che femmine.[42]


Diritti riproduttivi e supporto obbligatorio per il figlio[modifica]

Gli uomini non hanno il diritto di obbligare una donna ad abortire. Le donne però possono abortire, per cui gli uomini dovrebbero avere il diritto a rinunciare al supporto del figlio. È dibattibile il fatto che il supporto obbligatorio per il bambino sia una cosa positiva o negativa, se la libertà del padre di scegliere di non dovere pagare per il supporto del bambino valga la pena rispetto al fare crescere il bambino con maggiori difficoltà economiche se la madre non abortisce. È qualcosa che non è stato studiato quanto dovrebbe.

Comunque, occorre notare che il peso maggiore per il prendersi cura del bambino, in termini di tempo e denaro, è sulle donne dove c'è una gravidanza indesiderata. Se una donna si sente obbligata ad avere il bambino per motivi religiosi o legati alla società, il bambino è ancora il prodotto di due persone, e il semplice fatto che una può "rinunciarci" (che lo scelga o no) non toglie la responsabilità dell'uomo.[43] Anche se un contraccettivo maschile, veramente affidabile e temporaneo non è ancora disponibile. Gli uomini hanno comunque delle opzioni, inclusi i preservativi e la vasectomia.


Aspettativa di vita[modifica]

Secondo varie statistiche legate alla salute maschile, l'aspettativa di vita, i tassi di suicidio, non viene data abbastanza attenzione ai problemi medici degli uomini tanto quanto viene data a quelli delle donne.

La parola “donne” appeare 134 volte nel testo dell'Obamacare[rw]. La parola “uomini” appare due volte.[44]

L'assistenza sanitaria costa quasi il doppio negli Stati Uniti per le donne rispetto agli uomini.[45][46] Prima di Obamacare, molti stati consentivano alle compagnie di assicurazione di fare pagare le donne di più per la stessa copertura. Visto che sono largamente in controllo della riproduzione, le donne tendono ad andare dal dottore più spesso, e i loro problemi di salute vengono spesso identificati prima che sia troppo tardi. I problemi degli uomini sono stati storicamente presi seriamente, e alcuni problemi come l'alcolismo sono molto poco studiati nelle donne. Fino al maggio 2014, gli Stati Uniti non richiedevano nemmeno che i farmaci venissero testati equamente su soggetti animali femminili.

Riguardo all'aspettativa di vita, è vero che le donne attualmente vivono più degli uomini. Che ci si trovi in Iran o in Islanda, vivono comunque di più.[47] Perché questo accada rimane ancora abbastanza sconosciuto; fattori socioeconomici e genetici possono entrambi contribuire. Se può consolare, la differenza di età si sta riducendo.[48]


I premium assicurativi sono più costosi[modifica]

Generalmente legato al problema sul fatto che gli uomini pagano più per le assicurazioni delle donne.[49] Questo è in un certo senso vero. Gli uomini pagano meno per la loro assicurazione sanitaria, fino a circa l'età di 41 anni[50], ma più per assicurazione auto e vita. Ma gli uomini ottengono assicurazioni sanitarie più economiche perché non vanno dal dottore così tanto, hanno assicurazioni auto più costose perché fanno incidenti più facilmente (ora si vede il problema con gli stereotipi), ed hanno una assicurazione sulla vita più costosa perché non vanno a fare compere, vivono vite più corte, e vite più rischiose (questo può essere correlato alla parte sulle "vite più corte").[51] Questo è ancora un vero problema perché dipinge tutti gli uomini con lo stesso pennello largo in maniera negativa, ma le persone che combattono per la fine di questa pratica sono largamente chiamate femministe.


Supporto governativo alle imprese[modifica]

Negli Stati Uniti, il governo federale ha un programma ideato per supportare le piccole imprese gestite da donne, ma un simile programma per gli uomini non esiste.[52] Anche se il governo americano supporta le piccole imprese indipendentemente dal genere del proprietario in vari modi differenti, il programma sul supporto alle piccole imprese gestite da donne è una risposta diretta all'estrema rarità di executive e proprietari donne.[53][54] Una rarità simile non esiste tra gli executive maschi. È una azione affermativa[rw], ma una che la maggior parte delle persone ritengono essere piuttosto importante.


Prima donne e bambini[modifica]

Non si accetta il protocollo "prima donne e bambini" nei disastri marittimi, ad esempio nel Titanic nel 1912, dove il 74% delle donne sono sopravvissute contro solo il 20% degli uomini.[55] Il cosiddetto "prima donne e bambini" non è mai stato codificato come legge marittima internazionale, e gli studi suggeriscono anche che i tassi di soppravvivenza favoriscono mediamente gli uomini; il Titanic è stata una situazione anomala, e ha riguardato enormi errori anche su molti altri livelli.[56][57] L'unico trattamento preferenziale oggi tende a riguardare disabili o passeggere incinte.[58] Quando l'idea "prima donne e bambini" è stata applicata, occorre davvero chiedersi se non è paternalistica e condiscendente verso le donne, mettendole insieme a bambini come persone che non possono badare a se stesse e che devono essere protette.

Se poi si entra nella domanda etica su chi si deve salvare, se la scialuppa supporta solo una tonnellata di peso, e donne e bambini pesano di meno…


Sentenze per crimini[modifica]

Negli Stati Uniti, le donne ricevono condanne in carcere significativamente più brevi rispetto agli uomini per lo stesso crimine. Questo è innegabile. una delle argomentazioni contro la pena di morte[rw] oggi è che una maggiore proporzione di uomini sono condannati per crimini capitali, e ricevono punizioni più lunghe per quei crimini. Su 1 300 esecuzioni negli Stati Uniti, solo 12 erano di donne.[59]

Credere che le femministe siano responsabili per questo ignora il punto cardine del femminismo: uguale trattamento, e questo significa anche in caso di stesso crimine.


Stupro coniugale[modifica]

Le leggi sullo stupro coniugale sono misandriche perché la moglie consente automaticamente al sesso ogni volta che suo marito lo desidera, come parte del contratto matrimoniale.[60] Una formulazione meno severa è che le leggi sullo stupro coniugale sono ingiustamente faziose contro gli uomini perché le leggi sullo stupro ordinario dovrebbero coprirlo. Questa argomentazione è così mindblowingly offensiva che qualunque osservatore competente dovrebbe essere in grado di respingerla facilmente. Sfortunatamente, visto che il Partito Repubblicano[rw] americano cerca di ridefinire la definizione di assalto sessuale (similmente a come si vorrebbe criminalizzare solo lo "stupro forzoso[rw]") questa argomentazione ha inaspettatamente trovato nuovo pane per i suoi denti. La versione più debole, anche se è più plausibile, nega il punto sul fatto che molte esistenti leggi di stupro non-coniugale fanno delle eccezioni per i mariti, il che significa che eliminare le leggi sullo stupro coniugale "come categoria separata di crimine" richiede di cambiare le leggi sullo stupro non-coniugale, o in effetti di decriminalizzare lo stupro coniugale del tutto, in molte giurisdizioni.


Uguali diritti vs sessismo[modifica]

Mentre i "diritti degli uomini" sono spesso usati come copertura per il sessismo, esistono gruppi di uomini che effettivamente promuovono diritti genuinamente uguali. The Good Men Foundation, ad esempio, promuove l'attivismo sui problemi degli uomini, supporta fondazioni caritatevoli come i "boys' and girls' clubs", e pubblica un magazine online riguardante i problemi degli uomini che funziona anche come forum di dialogo tra femminismo ed effettivi diritti degli uomini. Si focalizzano anche sulla critica delle tradizionali norme di genere maschili, i problemi dei padri, fattori che affliggono i ragazzi a rischio nelle città, sessualità e salute.

Molti gruppi di diritti degli uomini usano il termine come copertura per la misoginia mentre dichiarano di essere per l'eguaglianza di genere; alcuni supportano apertamente una società patriarcale.[61] Visto che non hanno ottenuto ancora molta influenza, le loro attività sembrano limitate al lamentarsi con le "feminazi" o "femtard" su internet.

Un sottogruppo del movimento dei diritti degli uomini è il Men Going Their Own Way (MGTOW, uomini che se ne vanno per la loro strada) (l'equivalente di "Going Galt[rw]" per i sessisti). L'obiettivo è di sfuggire dall'"odio verso i maschi" della nostra società, che è stata avvelenata dal complotto delle femministe e della loro vile ideologia[rw] (che è, ironicamente non differente[rw] da alcuni tipi di separatismo femminista). Questo li mette di fronte a un dilemma, visto che vogliono ancora fare sesso ma hanno fatto un voto di assenza di relazioni con le donne. Il risultato: Ossessione con le sex robot! La liberazione sarà presto a portata di mano quando le sex robot si avvicineranno alla perfezione![62]

Molti di questi siti tendono verso le ideologie di destra rispetto a quello che promuovono — es. le feminazi stanno cercando di appropriarsi del denaro guadagnato con fatica dagli uomini attraverso politiche socialiste. Ovviamente l'ironia si nota anche qui. Le divagazioni suonano anche gli stessi tratti comunisti da cui vogliono difendersi: le femministe sono malvagie (il che si estende a tutte le donne tra gli MGTOW) e cercano di ottenere una dominazione patriarcale (vale a dire, diventare la nuova "classe dominante"). Preparano la loro propaganda[rw] nei corsi accademici di studi delle donne e la spargono attraverso gruppi di supporto per i diritti delle donne. Questo ha portato la maggior parte degli uomini ad essere indottrinati in una falsa coscienza[rw], portando al loro abbandono della "vera" mascolinità (traditori della classe) e lavorano attivamente contro le libertà maschili diventando supporter dell'agenda feminazi (mangine, nel loro gergo). Accusano anche le femministe per il loro "odio verso gli uomini", ma essi stessi spargono abbondanti quantità di odio verso gli uomini che non sottoscrivono alla loro agenda condividono le loro manie di persecuzione[rw]. Se non mangi il manzo ad ogni pasto, non idolizzi Chuck Norris[rw], e non dici alla tua cagna di prepararti quel dannato sandwich, sei probabilmente una mangina e sei responsabile della continua "femminizzazione" della società.

Esiste comunque un terzo tipo di MRA, che sono purtroppo difficili da distinguere dal secondo. Anche se sempre tendenzialmente di destra, questa classe di MRA mantiene delle opinioni che rientrano nei limiti standard degli ideali libertari, ma, per qualche strano motivo, sembrano determinati nell'avvolgere questi ideali con il linguaggio più misogino possibile. In pratica, le donne guadagnano meno perché lo dice il libero mercato, e se cerchi di cambiarlo, sei il diavolo. Un esempio di questi MRA è Paul Elam[rw], ospite sullo show di internet radio "A Voice for Men", che posta su YouTube sotto il nome di TheHappyMisogynist.[63]


Maltrattamenti di uomini da parte di MRA[modifica]

Preferirei non vedere tutti questi post su "gay, redpill, e fieri". La mascolinità è in parte definita dalla nostra attrazione al femminile. Se la tua preferenza è verso altri uomini, allora non stai esprimendo alcun tipo di mascolinità degna di essere celebrata.

Si sa che gli MRA sfruttano le storie di vittime di stupro maschili per dimostrare che gli uomini sono quelli veramente oppressi. [64] Cercano uomini insicuri da unire al loro movimento.[65] Nel movimento MRA, esiste un certo odio per gli uomini gay.[65]

Sparatoria di Isla Vista del 2014[modifica]

Vedere anche 2014 Isla Vista killings[rw]

Il 23 maggio 2014, ad Isla Vista, California, vicino al campus della University of California, Elliot Rodger, uno studente 22enne, preso da una furia di misoginia, ha ucciso due donne e quattro uomini, ferito 13 persone, e infine commesso suicidio dopo essersi trovato di fronte alla polizia.[66] Prima degli omicidi, Rodger aveva postato una serie di video su YouTube e un manifesto di 140 pagine in cui augurava un castigo alle donne e alla società per le percepite offese contro di lui (consistenti principalmente nel fatto di non avere ottenuto rapporti sessuali da esse). Aveva anche composto numerosi post nello stesso stile su vari forum su Internet, soprattutto PUAHate, un sito web per prendersela con gli artisti del rimorchio e principalmente popolato da auto-proclamati "incel" ("celibi involontari") e altri malcontenti che sono poi stati rimossi dal sito appena il collegamento tra le due cose ha iniziato a guadagnare notorietà.

Parte dei media e delle femminist* hanno fatto notare il punto di vista sessista, spesso definendo Rodger un MRA. Vari siti e personalità MRA sono passatiin modalità difensiva[rw], sminuendo qualunque possibile connessione tra le idee di Rodger e la loro retorica, e passando all'offensiva, denunciando la "politicizzazione" degli omicidi da parte delle femministe[rw]. Molti sono arrivati al punto di affermare che gli omicidi erano interamente attribuibili a malattie mentali (nessuno ha mai disputato la rilevanza dei suoi problemi di salute mentale) e non avevano nulla a che fare con la sua misoginia piuttosto ovvia. (Suona familiare[rw]?) Si è anche affermato che poiché Rodger ha ucciso più uomini che donne, questo non poteva essere motivato dalla misoginia. In aggiunta al recitare il "Nessun vero misogino", questo comodamente ignora una pila di prove — i contenuti dei suoi video e il suo manifesto, e il suo tentativo senza successo di entrare nell'edificio della sezione femminile, dopo cui ha immediatamente sparato a tre donne dall'esterno (solo una è soppravvissuta). Se la cosa avesse avuto successo, la conta dei morti sarebbe stata molto differente.

Risorse esterne[modifica]

Voci correlate[modifica]

Note[modifica]

  1. A Look Inside the 'Men's Rights' Movement That Helped Fuel California Alleged Killer Elliot Rodger, The American Prospect
  2. "Entering a new era"
  3. Julianne Ross, "The 8 Biggest Lies Men's Rights Activists Spread About Women", Mic.
  4. "New Men’s Rights conspiracy theory replaces the Illuminati with Teen Vogue", We Hunted the Mammoth.
  5. Men Going Their Own Way, "Marxism abolishes Absolute Truth. In a Marxist society everything is a Relative Truth. One thing you will hear many people who lived in Communist regimes claim they found to be the worst aspect of it all, were the lies! Everything becomes a lie, and there is no more truth.". (Erm..)
  6. Paul Elam, "A Voice for Men Has a New Face and Feminism is a Communist Plot", AVFM. (Usually they aren't as up-front as Paulie, here.)
  7. Stefan Molyneux, "Feminism is SOCIALISM IN PANTIES".
  8. "Men ruined and destroyed by feminist legal system, driven to self immolation and murder"
  9. For those who don't know what "salve" means...
  10. Michael Messner, Politics of Masculinities: Men in Movements (1997), Sage Publications
  11. http://www.dailydot.com/opinion/how-conor-oberst-became-mra-icon/
  12. http://www.slate.com/articles/double_x/doublex/2014/09/false_rape_accusations_why_must_be_pretend_they_never_happen.html
  13. http://www.washingtontimes.com/news/2014/dec/21/rolling-stone-university-of-virginia-rape-story-sp/?page=all#pagebreak
  14. Men's Rights Activists Do Not Prove Their Point, Slate
  15. When Men Are Raped, Slate
  16. Talking Back to Restraining Orders (7 September 2014), Big Money v. No Money: VAWA and the Men’s Rights Movement
  17. More Fathers Are Getting Custody in Divorce, The New York Times
  18. [http://heinonline.org/HOL/LandingPage?handle=hein.journals/djglp19&div=5&id=&page= Alimony: What Social Science and Popular Culture Tells Us about Women, Guilt, and Spousal Support after Divorce; McMullen, Judith G. ]
  19. Homogenous Rules for Heterogeneous Families:The Standardization of Family Law When There is No Standard Family Katherine K. Baker, Pages 20-25
  20. How do County Courts share care of children between parents? and the full study
  21. Il report di un gruppo MRA sul problema
  22. "MenWeb"
  23. Vedere l'articolo di Wikipedia su Circumcision and law.
  24. National Coalition for Men
  25. National Center for Policy Analysis, che ha una storia molto curiosa.
  26. How not to read Department of Labor statistics
  27. Global Gender Gap Report, World Economic Forum
  28. OECD Factbook 2013: Economic, Environmental and Social Statistics
  29. Equal Pay Act
  30. http://www.washingtonpost.com/blogs/fact-checker/wp/2014/04/09/president-obamas-persistent-77-cent-claim-on-the-wage-gap-gets-a-new-pinocchio-rating/
  31. The Gender Wage Gap, Around the World, The New York Times
  32. Women's Earnings and Income, Catalyst
  33. Wage gap and lawyers
  34. Selective Service System
  35. Women in the military — international, CBC
  36. http://www.nytimes.com/1993/08/25/world/south-africa-ends-conscription-of-whites.html
  37. http://mobile.nytimes.com/2015/07/14/us/pentagon-plan-would-let-transgender-people-serve-openly.html?referer=&_r=0
  38. http://www.washingtonpost.com/politics/pentagon-to-allow-transgender-members-to-serve-openly/2015/07/13/fe9b054a-298d-11e5-a5ea-cf74396e59ec_story.html
  39. Qualcuno non vuole pensare agli uomini per una volta?
  40. Men as Victims of Domestic Violence, University of New South Wales
  41. The invisible domestic violence – against men, The Guardian
  42. http://time.com/2921491/hope-solo-women-violence/
  43. Detto questo, ci sono davvero pochi casi dove una donna ha rubato lo sperma di un uomo e si è impregnata da sola; ed in almeno uno di questi casi, l'uomo è stato poi obbligato a pagare per il supporto del figlio. Ci sono anche esempi documentati di donne che sono diventate incinte attraverso stupro statutario, e in un caso le altre corti negli Stati Uniti hanno citato come precedente il fatto che un dodicenne molestato dalla babysitter è stato reso responsabile per il supporto del figlio. In questi casi, almeno, l'uomo dovrebbe avere una forma di protezione o scelta; ma questi sono casi molto rari che non dovrebbero affliggere molto il dibattito.
  44. ZOMG!
  45. Questo studio del governo statunitense suggerisce che alcuni dei costi siano il risultato della violenza domestica. Heh.
  46. Una delle procedure più costose negli Stati Uniti è la nascita, in media 10 000$. Esiste una serie di motivi per questo, il maggiore dei quali è l'uso della medicina difensiva e l'assicurazione contro negligenza ed errori (si incolpi per questo il senatore John "Taglio Cesareo" Edwards, vedere this), ma il risultato finale è che se una donna ha 3 figli, questo costa 30 000$, durante il corso della sua vita dovrà pagare all'assicurazione un extra di 30 000$. Questo è probabilmente uno dei tanti motivi per la differenza di reddito per uomini e donne; se l'azienda offre assicurazione sanitaria, occorre "pagare" le donne di più. Attorno all'età di 42 anni, gli uomini iniziano a costare più delle donne a livello assicurativo.
  47. Se si desidera controllare le statistiche per ogni (206) stato sovrano, ecco qua.
  48. US life expectancy best ever, says CDC, WebMD
  49. Come si vede qui
  50. Il costo per una gravidanza è di circa 10 000$. Sì esatto, per via delle compagnie assicurative, e perché gli Americani tendono ad abortire più frequentemente nel caso il feto abbia problemi (i bambini prematuri possono costare più di un trapianto di fegato). Poi c'è il problema della dipendenza da droghe, pagata da tutti quanti. Si aggiunga l'assicurazione sulla negligenza, dove per via del modo in cui il sistema legale funziona assicurare ostetrici e ginecologhe costa dagli 80 000$ agli 300 000$ all'anno, e questo per una che non ha un una cattiva storia alle spalle!
  51. Health insurance, automotive insurance, e life Insurance
  52. Women-Owned Small Businesses, Small Business Administration
  53. Fortune 500 Women Executive Officers and Top Earners, Catalyst
  54. Women Leaders in Business
  55. Titanic Casualty Figures
  56. Costa Concordia: The rules of evacuating a ship, BBC
  57. Every man for himself: Gender, Norms and Survival in Maritime Disasters, Uppsala University
  58. A meno che non sei un completo sociopatico[rw], questo è qualcosa su cui MRA e femminist* condividono entrambi.
  59. Women and the Death Penalty
  60. Vedere qui e qui.
  61. "Patriarchy Works!"
  62. Sex bots and artificial wombs!
  63. A weird thing to be happy about.
  64. A male rape victim's account
  65. 65,0 65,1 5 Uncomfortable Truths Behind the Men's Rights Movement
  66. http://edition.cnn.com/2014/05/24/justice/california-shooting-deaths
I contenuti di questo articolo sono tratti, del tutto o in parte, da RationalWiki.