Pedofilia

Da Wikisessualità.
Questa è la versione approvata di questa pagina, oltre ad essere la più recente.
Jump to navigation Jump to search

Pedofilia è un termine comunemente usato per l'attrazione sessuale a minori, tipicamente quelli sotto l'età del consenso. In contesti tecnici medici ha una definizione più ristretta di attrazione ai soli prepubescenti.[1] La controparte tecnica dei termini per l'attrazione a minori più cresciuti sono "ebefilia" e "efebofilia", anche se la forte insistenza sul loro utilizzo in una discussione di pedofilia è un forte indicatore di scusanti e 'giustificazioni' per lo stupro statutario. Mentre si ritiene la pedofilia sia di origine largamente biologica, la propensione sull'agire in abuso sessuale su minore è incrementata dall'essere stati a propria volta vittima di un pedofilo.[2] C'è stato un incremento nei report dei media su atti pedofilici tra insegnanti donne e giovani studenti.[3]

Diagnosi medica[modifica]

Il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders[wp] definisce "disturbo pedofilico" quando alcuni criteri sono soddisfatti, incluso il fatto che "la persona ha agito su questi istinti, o gli istinti o fantasie sessuali hanno causato forti angosce o difficoltà interpersonali".[4] I pedofili devono avere almeno 16 anni per poter essere diagnosticati con questo disturbo, ma in caso di pedofili adolescenti (16-17 anni) il/la bambino/a deve essere almeno 5 anni più giovane perché l'attrazione possa essere chiamata pedofilia.

Anche se non tutti i pedofili agiscono sui loro desideri, più di un terzo dei casi di abusi sessuali su minori risultano fallometricamente identificabili come pedofili rispetto ai quasi due terzi condannati per possesso di pornografia infantile.[5] La fallometria non è esattamente un indicatore robusto degli interessi sessuali in generale,[6] ma una risposta fallometrica ad immagini di bambini è uno strumento diagnostico efficace.[7]

Semantica[modifica]

Quando c'è una discussione di abusi sessuali di minori e la gente denuncia l'esistenza dei pedofili, qualcuno inevitabilmente proclamerà il fatto abbastanza ovvio che "Non tutti i pedofili sono abusanti/molestatori di bambini!"

Il fatto è che molti abusanti sessuali di bambini non sono prevalentemente o esclusivamente pedofilici: la loro attrazione principale può essere agli adulti, ma molestano bambini se è più facile ottenerne l'accesso in maniera sessuale. Visto che i bambini sono spesso intellettualmente, fisicamente, finanziariamente, e politicamente più deboli degli adulti, possono essere bersagli più facili per l'abuso. Ad esempio, una figlia 18enne può salire in macchina e scappare via da un padre abusivo per andarsene da qualche altra parte, ma una figlia di 6 anni le cui storie di abuso verranno sminuite o non credute può essere obbligata a rimanere con lui. Solo il 40-50% dei molestatori di bambini condannati soddisfa la classificazione diagnostica di pedofilia.[8]

Il problema è che non esiste una parola per "una persona che abuserebbe bambini se ne avesse l'opportunità, ma non lo ha ancora fatto". Alcuni pedofili si astengono dall'abuso di bambini[9] per motivi etici, e quindi possono sentirsi offesi dall'implicazione che l'unica cosa che ha impedito loro di molestare bambini è il fatto che non ne hanno avuto la possibilità, o che era troppo rischioso. Dalla loro prospettiva, stanno solo facendo di fare del meglio nella situazione in cui sono nati, e non meritano di essere odiati per desideri che non possono cambiare, ma su cui scelgono di non agire.

Ci sono davvero pochi dati sulla proporzione di pedofili che commettono crimini sessuali.[10] Alcune differenze tra molestatori di bambini pedofilici e non-pedofilici è che i non-pedofilici hanno punteggi significamente più psicopatici, ed i pedofili tendono a fare più vittime, e rispondono generalmente in maniera insoddisfacente a eventuali terapie, e sono recidivi con maggiore frequenza.[11]

Orientamento[modifica]

Almeno uno studio ha suggerito che la pedofilia sia probabilmente un orientamento sessuale (la preferenza sessuale innata e inalterabile di una persona, indipendentemente dal fatto che questa preferenza sia dannosa per gli altri o no).[12] Questo tipo di suggerimento tende a causare un incendio di controversie,[13][14] visto che alcune persone deducono che siccome l'omosessualità è un orientamento sessuale, significa che se la pedofilia viene considerata un orientamento sessuale, allora la società condonerà gli abusi sessuali su minori allo stesso modo con cui accetta i rapporti sessuali tra adulti consenzienti dello stesso sesso. Come con l'eterosessualità o l'omosessualità, le persone tendono a rendersi conto della loro pedofilia durante l'adolescenza, il che può contribuire ai sentimenti confusi in quel periodo della vita.[10]

Cause[modifica]

Uno studio di 1 312 gemelli maschi finlandesi ha determinato che le interazioni sessuali durante l'infanzia con altri bambini erano associati con una più bassa età preferita per i partner sessuali, inclusi interessi sessuali nei bambini durante l'età adulta. Questo suggerisce il ruolo di condizionamento nello sviluppo delle preferenze sessuali riguardo l'età.[15]

Anormalità[modifica]

Alcuni studi mostrano che solo una minoranza degli uomini, e una piccolissima minoranza di donne, sono sessualmente attratti dai bambini. Le donne pedofile possono causare seri danni e l'estensione del problema è difficile da determinare. Gli uomini sono riluttanti nell'ammettere che sono stati abusati da ragazzini, visto che questa viene vista come una messa in dubbio della loro mascolinità. Anche i sospetti di abusanti donne sono frequentemente non presi in seria considerazione, visto che gli investigatori si aspettano che gli abusanti siano maschi. Uno studio degli anni '80 negli USA ha suggerito come le donne siano responsabili del 20% degli abusi su ragazzini e del 5% contro ragazzine. Nel Regno Unito, si stima che le donne siano responsabili del 5-10% degli abusi su bambini prepubescenti.[16]

In un campione di quasi 200 universitari maschi, il 21% riportava qualche attrazione sessuale ai bambini piccoli, il 9% descriveva fantasie riguardanti i bambini, il 5% aveva ammesso di essersi masturbato a fantasie sessuali su bambini, e il 7% aveva indicato che potrebbero fare sesso con un bambino se sicuri di non essere catturati.[17] In un altro campione di 100 studenti universitari maschi e 180 femmine, il 22% dei maschi e il 3% delle femmine riportava attrazione sessuale verso un bambino.[18]

In un campione di 80 volontari, circa il 25% hanno direttamente riportato di avere alcuni interessi pedofilici oppure nella fase al pletismografo hanno esibito un eccitazione penile verso un bambino uguale o superiore a quella ad un adulto.[19] In un gruppo controllato di 66 maschi reclutati dallo staff ospedaliero e dalla comunità, il 17% mostrava una risposta penile pedofilica.[20]

Uno stimato 1% della popolazione maschile ha disturbo pedofilico, e si assume che la proporzione sia molto minore nella popolazione femminile.[10]

Influenze culturali[modifica]

In Erotic Innocence, James Russell Kincaid traccia l'evoluzione delle concezioni occidentali di sessualità e di bambini lungo il corso di due o tre secoli. Kincaid afferma che la nozione che i bambini siano puri, casti e innocenti è stata per la prima volta formulata in Inghilterra durante l'era vittoriana. Storici come Phillipe Aries hanno affermato che prima del diciassettesimo secolo i bambini erano essenzialmente visti come adulti in miniatura, e quindi avevano la libertà di combattere, rubare, avere rapporti sessuali, viaggiare, trovare casa e lavoro, con poca protezione o interferenza da parte degli adulti. L'idea di infanzia come stato di innocenza, secondo Aries, è stata una creazione della società britannica vittoriana nel diciannovesimo secolo. Allo stesso tempo, i vittoriani hanno ideato un nuovo ideale di oggetto del desiderio sessuale. Sfortunatamente, il "nuovo" bambino e l'oggetto sessualmente desiderabile avevano identiche caratteristiche, incluse "morbidezza, avere un aspetto carino, dolcezza, passività". Secondo Kincaid, "da allora abbiamo vissuto, non così felicemente, con i pasticci dell'era vittoriana."[21][22]

Online[modifica]

Vedere anche Attivismo pedofilo online.

Nella maggior parte dei forum online, confessare di essere un pedofilo è considerato trolling per via dell'implicazione che la persona possa essere un pericolo per eventuali giovanotti che usano il sito, e possa dare noie legali al sito. A discapito di questo, ci sono molti siti che hanno discusso di attivismo pro-pedofilia, incluse l'abolizione dell'età del consenso e affermazioni secondo cui la pedofilia sia soltanto un altro orientamento sessuale, come l'omosessualità o l'eterosessualità. Sono quasi scomparsi, anche se la NAMBLA[wp] esiste ancora negli USA.[23]

Cura[modifica]

Il ricondizionamento masturbatorio, l'insegnamento delle social skill, e redirezione cognitiva, sono terapie per la pedofilia, che i pedofili sono a volte incoraggiati a praticare per conto loro se sono preoccupati di dovere rilevare i loro desideri a un terapista.[24] Alcuni dei trattamenti più avanzati includono l'uso della realtà virtuale per insegnare a controllare gli istinti pedofilici.[25] Un altra possibilità è la riduzione o l'eliminazione dell'interesse sessuale attraverso terapia ormonale sostitutiva usanto antiandrogeni, conosciuta in maniera popolaristica come "castrazione chimica". Non ci sono ad ogni modo cure conosciute per la pedofilia.[26]

Progetto Dunkelfeld[modifica]

In Germania, il Prevention Project Dunkelfeld[wp] consente a persone che provano attrazioni verso i bambini di avere uno spazio di discussione con professionisti medici, in maniera medicalmente confidenziale e rimanendo anonimi alle forze dell'ordine[27][28][29]. Il programma include principalmente i seguenti punti:

  • Accettare e riconosce la presenza delle proprie inclinazioni sessuali.
  • Migliorare attraverso la terapia cognitivo-comportamentale[wp]
  • Ottenere eventualmente farmaci per la riduzione del desiderio sessuale, come inibitori della ricaptazione della serotonina[wp] o antiandrogeni.[30]

Opinione pubblica[modifica]

Io li userei come cavie per gli esperimenti!!!1!
Mario Medio che dimostra tutta la sua
pacatezza e razionalità sull'argomento.

I pedofili sono uno dei gruppi più odiati nella società, anche più, sotto alcuni aspetti, degli psicopatici. Un sondaggio USA del 2014[31] ha mostrato che, tra le persone del campione:

  • 44% credono che la pedofilia sia qualcosa che si può scegliere
  • 49% credono che le persone con pedofilia abbiano preso una decisione deliberata nell'avere questi interessi
  • 48% credono che le persone abbiano scelta se avere pedofilia o no
  • 94% credono che la pedofilia ponga un pericolo per i bambini
  • 83% credono che la pedofilia ponga un pericolo per gli adolesceenti
  • 39% credono che la pedofilia ponga un pericolo per gli adulti
  • 59% provano paura quando pensano ai pedofili
  • 40% provano pietà quando pensano ai pedofili
  • 84% provano rabbia quando pensano ai pedofili

Quando viene chiesto, "Come ti sentiresti con l'interagire con persone che hanno un interesse sessuale predominante nei bambini, ma non hanno mai commesso un crimine?":

  • 5% accetterebbero tale persona come amico
  • 6% accetterebbero tale persona nel loro vicinato
  • 11% accetterebbero tale persona come collega al lavoro
  • 15% parlerebbero a tale persona
  • 49% preferirebbero che tale persona venisse incarcerata
  • 27% preferirebbero che tale persona morisse

Per comparazione, solo il 21% erano favorevoli all'incarcerazione degli psicopatici che non hanno mai commesso un crimine, e solo l'8% erano favorevoli alla morte di psicopatici che non avevano mai commesso un crimine.

Risorse esterne[modifica]

Voci correlate[modifica]

Note[modifica]

  1. "Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, 5th Edition". American Psychiatric Publishing. 2013.
  2. "Pedophilia". jamanetwork.com. 20 novembre 2002. Recuperato il 27 settembre 2015.
  3. SK Wurtele - Children and Youth Services Review, 2012 [1], Preventing the sexual exploitation of minors in youth-serving organizations
  4. "Diagnostic criteria for 302.2 Pedophilia". behavenet.com. Recuperato il 27 settembre 2015.
  5. Child pornography offenses are a valid diagnostic indicator of pedophilia
  6. Simon, W. T., & Schouten, P. G. (1992). The plethysmograph reconsidered: Comments on Barker and Howell. Bulletin of the American Academy of Psychiatry and the Law, 20, 13-25.
  7. Hanson, R. K., & Bussière, M. T. (1998). Predicting relapse: A meta-analysis of sexual offender recidivism studies. Journal of Consulting and Clinical Psychology, 66, 348–362.
  8. Neil Malamuth & Mark Huppin, Drawing the Line on Virtual Child Pornography: Bringing the Law in Line with the Research Evidence, 31 N.Y.U. Rev. L. & Soc. Change 773, 789 (2007)
  9. "Can you stop a paedophile before they even start?". BBC News. Recuperato il 27 settembre 2015.
  10. 10,0 10,1 10,2 "Pedophilia Is Not a Crime, Says Rutgers Prof Margo Kaplan". Philadelphia Magazine. Recuperato il 27 settembre 2015.
  11. Donald S. Strassberga, Angela Eastvoldb, J. Wilson Kenneyc, Yana Suchya (April 2012). "Psychopathy among pedophilic and nonpedophilic child molesters". Child Abuse & Neglect 36 (4): 379-382. 
  12. "Is Pedophilia a Sexual Orientation?". springer.com. Recuperato il 27 settembre 2015.
  13. "Whopping Pedophilia 'Sexual Orientation' Error Sparks Right-Wing Freakout". The Huffington Post. Recuperato il 27 settembre 2015.
  14. Cord Jefferson. "Born This Way: Sympathy and Science for Those Who Want to Have Sex with Children". Gawker (Gawker Media). Recuperato il 27 september 2015.
  15. Santtila, Pekka (30 January 2010). "Childhood sexual interactions with other children are associated with lower preferred age of sexual partners including sexual interest in children in adulthood.(Report)". Psychiatry research 175: 154. 
  16. "Are there women paedophiles?". BBC News. Recuperato il 27 settembre 2015.
  17. Briere, J., & Runtz, M. (1989). University males' sexual interest in children: Predicting potential indices of "pedophilia" in a non-forensic sample. Child Abuse and Neglect, 13, 65-75
  18. Smiljanich, K., & Briere, J. (1996). Self-reported sexual interest in children: Sex differences and psychosocial correlates in a university sample. Violence and Victims, 11, 39-50
  19. Hall, G. C. N., Hirschman, R., & Oliver, L. L. (1995). Sexual arousal and arousability to pedophilic stimuli in a community sample of normal men. Behavior Therapy, 26, 681-694
  20. Fedora, O., Reddon, J. R., Morrison, J. W., Fedora, S. K., Pascoe, H., & Yeudall, L. T. (1992). Sadism and other paraphilias in normal controls and aggressive and nonaggressive sex offenders. Archives of Sexual Behavior, 21, 1-15.
  21. Phillipe Aries, Centuries of Childhood (New York: Vintage Books, 1962)
  22. James Russell Kincaid, Erotic Innocence: The Culture of Child Molesting (Durham, NC: Duke University Press, 1998)
  23. Da non confondere con gli obbiettivi di gruppi come Virtuous Pedophiles[wp], che ritengono l'abuso sessuale su minori sia sbagliato e vogliono sollevare consapevolezza sul fatto che alcuni pedofili non agiscono. Vedere l'articolo di Wikipedia su Pro-pedophile activism.
  24. "Pedophilia: Seeking Help: SexInfo Online". ucsb.edu. Recuperato il 27 settembre 2015.
  25. "Can Virtual Reality Treat Pedophiles?". Science of Us. recuperato il 27 settembre 2015.
  26. "Inside the Mind of a Pedophile". Neuroanthropology. Recuperato il 27 settembre 2015.
  27. Jefferson, Cord (7 September 2012). "Born This Way: Sympathy and Science for Those Who Want to Have Sex with Children". Gawker.com. http://gawker.com/5941037/born-this-way-sympathy-and-science-for-those-who--want-to-have-sex-with-children. 
  28. Henley, Jon (3 January 2013). "Paedophilia: bringing dark desires to light". The Guardian. http://www.guardian.co.uk/society/2013/jan/03/paedophilia-bringing-dark-desires-light. 
  29. {{#invoke:citation/CS1|citation |CitationClass=citation }}
  30. {{#invoke:citation/CS1|citation |CitationClass=book }}
  31. Jahnke, Sara (January 2015). "Stigmatization of People with Pedophilia: Two Comparative Surveys". Archives of sexual behavior 44 (1): 21-34. 
I contenuti di questo articolo sono tratti, del tutto o in parte, da RationalWiki.