Shaming

Da Wikisessualità.

Lo shaming è un fenomeno nelle interazioni sociali in cui una persona viene pubblicamente umiliata per il proprio comportamento e/o aspetto, nel tentativo di alterarlo. Ha un ruolo importante nella società per normalizzare il comportamento in modi specifici, sia costruttivi[1] che non. Ad esempio, un insegnante può richiamare uno studente che arriva tardi a lezione, interrompendo la lezione e guardandolo per qualche momento, in modo da dissuadere l'abitudine del ritardo.

Lo "slut shaming" avviene rispetto alle donne che sono aperte rispetto la loro sessualità, con vari insulti come "sgualdrina" o "puttana" diretti verso di loro. Lo slut shaming può essere fatto per mettere sotto pressione una donna nell'essere casta o almeno mentire sul fatto di esserlo. Viene anche utilizzato per dissuadere le vittime di molestie dal segnalare la cosa[2].

Voci correlate[modifica]

Note[modifica]

I contenuti di questo articolo sono tratti, del tutto o in parte, da RationalWiki.