Supremazia femminile

Da Wikisessualità.

La supremazia femminile è un'idea su una società ideale rappresentata da un matriarcato (vale a dire dominata dalle donne). La supremazia femminile è correlata, ma diversa dal separatismo lesbico e dal separatismo femminista[wp].


Argomentazioni comuni[modifica]

Le suprematiste femminili mettono in atto numerose teorie pseudoscientifiche per "dimostrare" l'intrinseca superiorità biologica delle donne. Queste narrative suonano molto simili a quelle usate per esaltare particolari razze (o anche il sesso opposto).

Argomentazioni evoluzionistiche/biologiche[modifica]

In aggiunta all'usare pseudoscienza, le suprematiste femminili adorano usare i giochi di parole, il bias della conferma[rw] per fare sembrare che alcuni studi supportino le loro posizioni. Utilizzano tipicamente statistiche su mortalità e malattie, ad esempio, e ricerche sui cromosomi sessuali per affermare la superiorità "biologica" o "genetica" delle donne. Questo tipo di ragionamenti consiste nel misurare in maniera sottile la "superiorità" usando particolari criteri (es. longevità) che letteralmente forzano la conclusione di "superiorità" femminile.

Le donne si sono evolute prima degli uomini[modifica]

Un'argomentazione comune fatta da alcune suprematiste femminili è che le donne sono emerse prima degli uomini nell'evoluzione. Per qualche motivo, questo sembra essere importante o significativo in qualche modo, e dovrebbe dimostrare qualche bizzarra dottrina del "primato femminile". L'argomentazione tipica consiste in una reiterazione della nozione che il percorso femminile sia quello di default nello sviluppo embrionale dei mammiferi (in assenza del cromosoma Y). Comunque, i due sessi si sono divisi 500 milioni di anni fa (prima della comparsa degli umani). Ovviamente gli umani si sono evoluti da animali che avevano già due sessi, e a loro volta la cosa continua. Inoltre, è più o meno "casuale" come il sesso è determinato negli animali. In alcuni animali (es. uccelli e farfalle) il processo di sviluppo è al contrario, con il percorso maschile di default e con le femmine con un equivalente del nostro cromosoma Y (chiamato W). Nessun biologo suppone che gli uccelli maschi siano esistiti prima delle femmine in base a questa informazione. Molte altre specie determinano il sesso per temperatura o per stato sociale. In biologia, l'essere maschi o femmina è tipicamente definito dalle dimensioni relative dei gameti, per cui uno non poteva venire prima dell'altro in questo contesto. Per definizione, senza "maschile" non c'è "femminile", e viceversa. In aggiunta, anche se fosse vero che le femmine precedono i maschi nell'evoluzione (che chiaramente non lo è), le suprematiste femminili sembrano ignorare il fatto che lo stesso esatto paradigma "femmina di default" è stato usato da suprematisti maschili per mostrare come le femmine sono incomplete, passive, non virili versioni dei maschi, mancando il cromosoma Y. E, ovviamente, muffe e amebe hanno evoluzionisticamente preceduto i mammiferi e molte poche persone celebrano il loro "primato". Occorre anche notare che studi più recenti sta iniziando a mettere in dubbio l'idea stessa di "sesso di default", suggerendo che intricati processi genetici ed ormonali hanno un ruolo attivo nella determinazione dei sessi.[1][2]

Il cromosoma Y rende gli uomini geneticamente inferiori alle donne[modifica]

Un'altra argomentazione sarebbe di farne una grossa questione sul fatto che il cromosoma Y è più piccolo del cromosoma X (di cui le femmine hanno una copia in più). Questo renderebbe le femmine genericamente "superiori" perché il cromosoma Y, essendo un più piccolo, degenerato cromosoma simil-X, indica che i maschi sono "rotti", e incomplete versioni delle femmine, e mostra origina ignoranza sulla genetica di base e di come i cromosomi sessuali funzionano, perché è ben noto che maschi e femmine usano in effetti le stesse informazioni genetiche, l'Y semplicemente attiva gli ormoni che (di solito) triggerano lo sviluppo maschile. Infatti, i maschi usano tutti gli stessi geni che le femmine usano (i maschi esprimono tutti i geni sul loro singolo X) ma ci sono geni sull'Y che le femmine non usano affatto. La conseguenza dell'avere un solo cromosoma X non ha nulla a che vedere con la complessità dell'organismo o i geni mancanti, solo che li rende più suscettibili a mutazioni svantaggiose sul cromosoma X. Visto che entrambi i sessi usano tutti gli stessi geni (eccetto poca cosa sul cromosoma Y), l'argomentazione diventa insensata. Inoltre, non significherebbe comunque nulla visto che avere più geni non rende un organismo più complesso o migliore visto che alcune piante hanno più geni degli umani[3] e materiale genetico extra nel genoma umano porta spesso a gravi disturbi.

Le suprematiste femminili adorano anche evidenziare il fatto che il cromosoma Y si sta lentamente accorciando, fancendo credere che i maschi svaniranno lentamente via. Per loro, questo dimostra che la natura "preferisce" le donne e sta attivamente cercando di liberarsi dei maschi. In realtà, questo è del nonsense, visto che la natura non ha bias, scopi o obiettivi. Infatti, la selezione naturale tipicamente investe equamente in entrambi i sessi[4] e semplicemente nuovi meccanismi di determinazione del sesso si evolveranno per sostituire il compito del cromosoma Y, se questo scomparisse effettivamente.[5] Questo significa che l'essere mammiferi maschi continuerà, semplicemente determinato attraverso un meccanismo genetico diverso.

Le donne sono biologicamente superiori agli uomini[modifica]

Le suprematiste femminili fanno anche notare il fatto che le donne vivono più a lungo e sono meno suscettibili a disturbi di sviluppo collegati al cromosoma X come prova della "superiorità biologica". Fingono che queste informazioni siano "novità" e dati scoperti di recente, ma queste informazioni non sono controverse e sono state conosciute (almeno) dal tardo 19° secolo. Inoltre una persona può essere tentata a chiedersi "e allora?" Maschi e femmine hanno differenze biologiche per via di tradeoff evolutivi. Queste discussioni illogiche sono come quelle dei suprematisti maschili che affermano che i maschi siano superiori perché sono fisicamente più forti, soffrono meno frequentemente di malattie autoimmuni, e hanno una soglia del dolore più alta,[6] hanno maggiore capacità polmonare, si riprendono prima dalle commozioni cerebrali, guariscono prima dalle ferite, ecc. Una persona può anche affermare che la "superiorità biologica" dell'hydra[wp] o delle tartarughe di mare. Di nuovo, questo ha a che fare sul come le suprematiste femminili definiscono "superiorità" in primo luogo. Non è davvero chiaro come i dati sulla mortalità e la salute possano essere usati per affermare concetti del genere. Ovviamente, visto che "essere maschi" e "essere femmini" sono due differenti strategie evolutive, ogni sesso ha evoluto adattamenti biologici e genetici per risolvere i propri problemi evolutivi, "superiorità" di uno o dell'altro è senza significato da ogni prospettiva biologica o evolutiva.

I maschi sono superflui per la riproduzione[modifica]

Occasionalmente, le suprematiste femminili fantasticano sul processo di partenogenesi per "dimostrare" che le donne non hanno bisogno di uomini per riprodursi, o suggerire di nuovo il "primato" delle femmine (confutato sopra nella sezione su come la natura investe equamente in entrambi i sessi). Spesso, dichiarano che gli umani fossero un tempo partenogetici e suggeriscono che un giorno potrebbero evolvere naturalmente la capacità di farlo di nuovo. Ovviamente, questa nozione è del completo nonsense visto che gli umani si sono evoluti da antenati completamente sessuati, e non sono mai stati asessuati. Inoltre, la riproduzione asessuata è biologicamente impossibile nei mammiferi e qualunque evoluzione verso di questa dovrebbe essere indotta dagli umani e quindi non "naturale".[7] Ovviamente, nulla lascia pensare che la tecnologia futura non riuscirà mai a dare a entrambi i sessi la capacità riproduttiva per conto loro (uova e sperma derivati da cellule staminali, ricombinazione genetica, utero artificiale ecc.)[8].

Pseudopsicologia[modifica]

Vedere anche Pseudopsychology[rw] su RationalWiki.

Le suprematiste femminili affermano che mentre i maschi hanno generalmente più forza fisica, le donne sono intrinsecamente più intelligenti ed hanno maggiori capacità sociali. Queste dichiarazioni sono basate sul cherrypicking e cattive interpretazioni da neuroscienza e psicologia. Le differenze di genere studiate in questi campi sono complesse ed hanno ancora molte domande aperte. Inoltre, molte stime psicometriche suggeriscono che uomini e donne siano complessivamente equivalentemente intelligenti e che le differenze cognitive, dove esistono, sono piccole e con un grande overlap.[9] Visto che i cervelli degli uomini tendono ad essere più grandi in media di quelli delle donne, altre differenze strutturali tendono a controbilanciare l'importanza delle argomentazioni che fanno riferimento a queste differenze. Le dichiarazioni di supremazia femminile che affermano la superiorità "scientificamente validata" sono ridicole. Alcune delle dichiarazioni e errori più comuni includono:

  • Corpo calloso[wp] più grande nelle femmine. Alcuni studi hanno dimostrato come questo sia effettivamente vero; ma meta-analisi suggeriscono che questi studi possano essere del rumore statistico.[10] Questo cherry-picking solo degli studi positivi è come si "dimostrano" queste affermazioni.
  • Più grandi aree corticali[wp] legate al linguaggio. Questo sembra essere vero fino a un certo punto (come sempre, la legge del "Probabilmente scoprirai che è un po' più complicato di così"[rw] si applica), ma a livello di QI complessivo non sembrano esserci differenze negli studi ben controllati. Visto che molti di questi studi sono messi in atto su soggetti adulti, per via della neuroplasticità, è impossibile inferire che le differenze riportate siano "innate". Questo solitamente porta a della psicologia pop sul cervello sinistro/cervello destro, una cattiva interpretazione della dominanza emisferica[rw].
  • Malcomprensione delle distribuzioni di probabilità. È soprattutto il caso secondo cui il sesso che ottiene il punteggio migliore in un particolare compito abbia una curva di bell che più che altro si sovrappone con quella dell'altro sesso. Questo, ovviamente, non "dimostra" che "le donne sono meglio a fare x". Suggerisce che le donne, in media, sono migliori nel fare x. Oppure, che una donna scelta a caso esegue con più probabilità un compito bene di quanto lo fa un uomo scelto a caso". Non significa necessariamente che più donne che uomini siano migliori nel fare x: questo dipende dalla variabilità della distribuzione.

"Prove" sociologiche[modifica]

Le suprematiste femminili citano spesso delle statistiche per dimostrare che la società si sta spostando verso un matriarcato. I fatti citati sono spesso riguardo il gap di genere sull'istruzione (vale a dire, il fatto che l'istruzione superiore vede ora più studenti femmine che maschi) o statistiche provenienti dalla diatriba nonsense di Ashley Montagu The Natural Superiority of Women. Queste, ovviamete, non passano Statistica 101. — correlazione e causalità[rw]!

Presumibilmente, questa transizione al matriarcato sta solo iniziando con l'ottenimento di pari diritti tra uomini e donne nel mondo Occidentale. Le suprematiste femminili citano esempi di culture matriarcali come i Minangkabau[wp] come modi più "naturali" di organizzare la società. Ci sono un paio di cose accecantemente sbagliate in questo. Perché le donne sono state oppresse per così tanto se sono il sesso superiore? C'è una via di fuga[rw] sul fatto che il Patriarcato ha oppresso e propagandato le donne abbastanza a lungo da creare una falsa coscienza[rw] che non si è rotta finché non è arrivato il movimento di liberazione delle donne. La guerra, spesso vista come un fenomeno esclusivamente maschile, è citato come veicolo principale per questa propaganda; largamente una copia dei punti di discussione comunista secondo cui lo scopo della "guerra imperialista" è di tenere distratto il proletariato. Ma un certo numero di altre culture matrilineali o che consentivano alle donne di avere diritti confutano anche questa argomentazione. Le donne Iroquois ad esempio, potevano possedere proprietà, eleggevano gli sachems (capi) e prendevano parte nel processo politico, ma la loro società non si è mai trasformata in una dove gli uomini diventavano magicamente schiavi sessuali delle donne.

Religione e chiese[modifica]

L'ideologia di supremazia femminile viene spesso incorpora spesso qualche tipo di elemento religioso. Questo avviene solitamente nella forma di "venerazione della dea" la cui teologia è un mix di femminismo, neopaganesimo[rw], Wicca[wp] e pseudostoria[rw]. Un altra versione è un tipo Dan Brown[wp]-esco tipo di cristianità con molti riferimenti al "sacro femminile", il Santo Graal, Maria Maddalena, eccetera. A volte queste sono miste tra loro, con occasionali elementi esterni da religioni orientali, come lo yoga.

Sono nate alcune piccole "chiese"/culti della sessualità devoti alla supremazia femminile. Una è chiamata MotherGod Church, fondata dalla ex modella di Playboy, bodybuilder, e "spogliarellista per Dio" Rasa von Werder. Un'altra è il Service of Mankind Church, presente a San Francisco dagli anni 70. Un gruppo che si fa chiamare Cybelians, in onore alla dea della Terra Cybele, dichiara di essere un movimento internazionale.

Come stereotipo[modifica]

"Suprematista femminile" è spesso una snarl word per le femminist* usata da sessisti vari e attivisti per i diritti degli uomini. Lo stereotipo della supremazia femminile è stato invocato dagli anti-suffragette nel tardo 19° secolo e all'inizio del 20° secolo. La propaganda anti-suffragette includeva spesso immagini di società con i ruoli di genere invertiti e un matriarcato che sostituisce il patriarcato.[11] Vedere anche Femminista di paglia.

Come scena BDSM[modifica]

La "supremazia femminile" è anche una frase usata all'interno della scena di dominazione femminile (femdom) del BDSM. La supremazia femminile nella cultura BDSM incorpora pratiche femdom, con uno generico scambio di alcuni ruoli sessuali.

Femministe e persone all'interno della cultura BDSM vedono il movimento della supremazia femminile come una caricatura del femminismo e del femdom, rispettivamente.

Risorse esterne[modifica]

Voci correlate[modifica]

Note[modifica]

  1. Transcript of interview with Eric Vilain, MD, PhD, from the Annenberg Learner teaching resource on "The Biology of Sex and Gender".
  2. European Molecular Biology Laboratory. Battle of the sexes: Ovaries must suppress their inner male. ScienceDaily. 11 dicembre 2009.
  3. Corn 'contains more genes than humans'
  4. Vedere l'articolo di Wikipedia su Sex allocation. Vedere l'articolo di Wikipedia su Fisher's principle.
  5. The once and future male
  6. Higher pain tolerance in males can't be bought
  7. Vedere questo articolo sull'imprinting dei geni per una spiegazione sul perché i mammiferi non sono mai stati in grado di riprodursi in maniera asessuata
  8. Discussion of research on artificial gestation
  9. Vedere l'articolo di Wikipedia su Sex and psychology. Vedere l'articolo di Wikipedia su Sex differences in humans #Brain and nervous system. Vedere anche questo dibattito tra Steven Pinker e Elizabeth Spelke.
  10. Bishop, Katherine M. and Douglas Wahlsten. Sex Differences in the Human Corpus Callosum: Myth or Reality? Neuroscience & Biobehavioral Reviews Volume 21, Issue 5, 1997, Pages 581-601
  11. What is a sufragette without a suffering household?, poster di propaganda anti-suffragette
I contenuti di questo articolo sono tratti, del tutto o in parte, da RationalWiki.